27/lug/2011

ER PASTORE E L'AGNELLI(Trilussa)

Appena j'ebbe fatto l'iniezzioni
pé fà venì l'istinto sangunario,
er pastorello disse:- E' necessario
che l'agnelli diventino leoni
per esse forti e dichiarà la guerra
contro tutti li lupi de la terra.-
Er motivo era giusto, e lo dimostra
che l'agnelli risposero all'invito;
ogni belato diventò un ruggito:
- Morte a li lupi! Via da casa nostra!-
Pé falla corta, in quella stessa notte,
li lupi se n'agnedero a fà fotte.
Vinta che fu la guerra, er pastorello,
doppo d'ave sonato la zampogna,
strillò cò tutta l'anima:- Bisogna
ch'ogni leone ridiventi agnello
e ritorni tranquillo a casa mia
ne l'interesse de la fattoria.-
Ma quelli j'arrisposero:- stai grasso!
Oramai, caro mio, se semo accorti
d'esse animali coraggiosi e forti
e no bestiole da portasse a spasso!
Dunque stà attent'a te, che d'ora in poi
li padroni der campo semo noi!.......

Nessun commento: