01 mar 2011

OSHO "LA TENSIONE"


L’intera educazione, a partire dalla famiglia, dalla società, dalla scuola fino all’università crea in ogni essere umano una tensione : hai la sensazione di non fare ciò che sarebbe tuo dovere fare.Questo tensione ti accompagna poi per tutta la vita, ti segue come un incubo, e continua a perseguitarti. Non ti lascia mai in pace, non ti permette mai di rilassarti.Questo censore è stato impiantato nell’essere di ciascuno di voi, ed è la maggior calamità che sia mai accaduta all’umanità. Se non riuscirete a liberarvene, non potrete essere veramente umani, né sinceramente gioiosi e non potrete prendere parte alla splendida celebrazione dell’esistenza.Nessuno può liberarti da questo censore se non tu stesso. Non ha importanza in quale nazione un uomo sia nato o a quale religione appartenga, è un problema identico in tutti. L’essenziale è creare nell’uomo una scissione, in modo che una parte condanni sempre l’altra. Vivi in un conflitto interiore, in una guerra civile. Devi abbandonare questa guerra, altrimenti non sarai mai in grado di ridere di cuore, di amare, di vivere totalmente qualcuno. L’uomo sboccia soltanto quando vive in modo totale.E la scissione nell’essere umano è stata creata dai vostri cosiddetti santi, dai preti e dalle chiese. Dovete liberarvene!Voi siete vittime della storia, l’uomo dovrebbe dimenticare il passato, che è stato un incubo e ricominciare dall’ABC, come se rinascesse novello Adamo. I preti hanno agito proprio senza scrupoli, poiché hanno scoperto qualcosa che per loro avrebbe avuto un grande significato : crea una scissione nell’uomo, dividi in due il suo essere, rendilo schizofrenico e avrai potere su di lui per sempre. Un uomo scisso in due è un uomo debole, un uomo tutto d’un pezzo è un individuo, è forte pronto ad accettare ogni avventura e ogni sfida.







Nessun commento: