03 dic 2010

Contraddizioni Italiane...

Oggi ho sentito dire a Radio Capital che per il prossimo 9 febbraio il Governo ha istituito la giornata Nazionale degli Stati Vegetativi.Questa è una decisione moralmente mostruosa,poiché offende la memoria di Eluana Englaro,visto che  il 9 febbraio è proprio la data della sua morte... Credo che sia proprio nella scelta di quella data che si coglie lo spirito ideologico,e offensivo,del governo che già era entrato a gamba tesa nella vicenda con il decreto con cui palazzo Chigi cercò di fermare la decisione della magistratura, fermato solo dalla saggezza del Quirinale che negò la propria firma.Decisione che infanga la Costituzione,e la libertà di ogni cittadino poiché con essa il governo intende addirittura solennizzare la pretesa  che la vita di ogni cittadino,anziché appartenere a chi la vive,sia alla mercé di una maggioranza parlamentare.

Di fronte a questa vergognosa provocazione penso che diventa inevitabile e doveroso che tutta l’Italia democratica e laica,senza eccezioni, proclami il 9 febbraio giornata nazionale della libera scelta sulla propria vita,onorando così la memoria di Eluana,di Piergiorgio Welby,di Luca Coscioni,e dei tanti altri che oltre alla tragedia della condanna a morte per malattia hanno dovuto affrontare anche la violenza di governi che vogliono costringere i malati alla tortura delle sofferenze terminali.... Scandaloso è anche questo Video che vede Castagnetti ,Volontè a Schifani ,Bondi. Ma anche Mastella, La Russa, Santanché, Alemanno, La Loggia, Bartolini. E tanti altri. Tutti insieme per inneggiare alla vita, in una canzone incisa nel 2008 ma che sta spopolando su YouTube soprattutto in questi giorni in cui il dibattito è tornato di strettissima attualità dopo il suicidio di Mario Monicelli.Come affrontano il tema i politici italiani di primo piano? “Vita è la libertà, vita è la creatività, è il sorriso che tu mi fai, è la mano che tenderai come quella che tu mi dai”. Insomma, non propriamente un testo profondo. Anche se sono soprattutto le interpretazioni a lasciare perplessi: i problemi di intonazione sono vistosi. E in alcuni casi (Bondi?) nasce addirittura il sospetto che la voce sia stata doppiata. “Siamo vita tutti noi”, dice il ritornello. Ma molti “interpreti”, in realtà, non fanno trasparire una grande vitalità ecco il video:


E mentre i pro vita si dedicano a questa perfomance canora  proprio stamattina sui giornali è uscita la notizia secondo la quale l'anestetico iniettato ai condannati a morte USA  prima che gli venga infilato il veleno in vena è di fabbricazione italiana..e visto la mia ignoranza leggo da Repubblica,maggiori dettagli dice che si chiama Sodio Tiopentale iniettabile (Pentothal) è un medicinale anestetico accreditato in ambito medico che viene utilizzato in chirurgia e in altri trattamenti" dicono i responsabili dell'azienda che lo produce,la Hospira1 .E ancora: "Hospira non condivide un uso diverso da quello prescritto del Pentothal, ma nella primavera del 2010, l'azienda ha nuovamente preso contatti con gli istituti di correzione degli Stati Uniti per rendere nota che il suo uso non ci trova d'accordo" ....
Un po' come se i fabbricanti di armi, bombe, mine antiuomo, carri armati e cacciabombardieri italiani si meravigliassero se poi con tutta questa robetta ( che fra l'altro costa miliardi di euro a noi contribuenti, soldi che paga anche chi è contrario alla guerra) si fanno guerre che la nostra Costituzione ripudia e dove la gente muore, nella nostra Costituzione poi non è previsto nemmeno l'omicidio di stato come metodo "rieducativo", per dire.E allora mi vengono in mente tutti i "difensori" della vita,"che ho citato prima"  mi viene in mente che in questo paese non si puo' fare una legge che rispetti la vita ma anche il diritto a morire con dignità come c'è in tutti i paesi civili che la democrazia non la raccontano ma la fanno,e tutte le polemiche vergognose fatte anche di recente su Monicelli,mi viene in mente la gente che difende un embrione che sì,qualcuno puo' pure pensare che sia vita (io però no),ma non fa la stessa cosa con la stessa energia quando invece bisogna difendere vite fatte, finite ma soprattutto sane, anche se fossero le piu' miserabili sulla faccia di questa terra.
E allora un po' m'incazzo perché mi rendo conto di quanta miseria umana ci sia in questo paese di ipocriti schifosi che dicono tutto ma poi per difendere i loro interessi e quelli dei potenti tra cui anche le multinazionali della morte, fanno il contrario di quel tutto e anche dell'oltre.

Nessun commento: