03 nov 2010

Nelson Rolihlahla Mandela

Quando sono uscito di prigione era questa la mia missione: liberare sia gli oppressi che l'oppressore. Qualcuno dice che lo scopo è stato raggiunto, ma io so che non è così. La verità è che noi non siamo ancora liberi, abbiamo soltanto conquistato la libertà di essere liberi, il diritto di non essere oppressi. Non abbiamo ancora compiuto l'ultimo passo del nostro viaggio, ma il primo di un lungo e ancor più difficile cammino. Per essere liberi non basta rompere le catene, ma vivere in un modo che rispetti e accresca la libertà degli altri. Il vero test della nostra fedeltà alla Libertà è solo all'inizio. Ho percorso questo lungo cammino verso la Libertà, ho cercato di non vacillare, qualche volta ho compiuto anche passi falsi. Ma ho scoperto il segreto che dopo aver scavalcato una collina, ci si rende conto che ce ne sono ancora molte altre da superare. Sento la stanchezza e mi sono preso un momento di riposo, per dare un'occhiata alla vista che mi circonda, per guardare indietro alla strada che ho percorso. Ma posso riposare poco, solo un momento, perché con la Libertà vengono anche le responsabilità, e mi preoccupo di non indugiare, perché il mio cammino è lungo... E non è ancora finito.

Nessun commento: