03 set 2010

Inconsapevolmente(Claudio Pompi)



Complici, le penombre accolgono
parole sussurrate e pensieri distanti
del nostro amore che non s'arrende
chiusi entrambi nel nostro abbraccio
Ridevo al pensare che d'amor si muore
che senza amore non si vive il giorno
e la tristezza a coprire le notti di chi ama
mentre io sotto un cielo di niente cantavo
triste senza avvedermene ero io che morivo
e del mio male non conoscevo il nome
Poi tu, infinitamente tu, alito di vita
luce improvvisa che folgora e fa cadere
chi del suo passo è sicuro e non cede
tu a denudare la mia anima inaccessibile
A te lasciai le mie parole e i pensieri
per farne aforismi dolci e immortali
ed io a leggere ciò che di me non sapevo
-Ecco l'amore da sempre nascosto-
dicesti con le labbra dischiuse dal bacio
che inconsapevolmente su loro posai.
Ora più non cerco orizzonti di illusione
inconsapevolmente spinto da un vento
su di un oceano che porta il tuo nome
affonderò e riemergerò dalle tue tempeste
dormirò sulla tua calma onda che culla

Nessun commento: