07 set 2010

Er compagno scompagno Trilussa

(Sottotitolo:Una sinistra che non c'è più)

Er compagno scompagno Trilussa
Un Gatto, che faceva er socialista
solo a lo scopo d'arivà in un posto,
se stava lavoranno un pollo arosto
ne la cucina d'un capitalista.
...Quanno da un finestrino su per aria
s'affacciò un antro Gatto:
Amico mio,
pensa - je disse - che ce sò pur'io
ch'appartengo a la classe proletaria!
Io che conosco bene l'idee tue
sò certo che quer pollo che te magni,
se vengo giù, sarà diviso in due:
mezzo a te,mezzo a me...
Semo compagni!
No, no: - rispose er Gatto senza core
io nun divido gnente cò nessuno:
fo er socialista quanno sto a diggiuno,
ma quanno magno sò conservatore!

BERLINGUER QUANTA NOSTALGIA!!!!!
"Compagni, proseguite il vostro lavoro... casa per casa... strada per strada...". Enrico Berlinguer pronuncia le sue ultime parole con la voce fioca, spezzata, un fazzoletto bianco premuto sulla bocca....
mi manca Enrico...
mi manca il Presidente partigiano Pertini...
mi manca il P.C.I....
mi mancano le persone per bene...
perche' grazie a Berlinguer qualcuno era comunista perche' Berlinguer era una brava persona.

Nessun commento: