04 lug 2010

4 luglio....Orgoglio Americano!!!


Il 4 luglio l’America si ferma per celebrare se stessa.E’ un giorno che gli europei ed,in particolare,gli italiani fanno spesso fatica a comprendere fino in fondo.Non è un semplice giorno di festa,non si tratta di “un giorno in più di vacanza” come invece "aimè" è diventato per noi Italioti il 25 aprile...Vorrei aprire una parentesi su questo,purtroppo nel nostro paese la Memoria e la Storia sono dimenticate,anche per una politica(di destra)che fà tutto per cancellare la resitenza,dovremo imparare in questo caso dagli americani,dal loro orgoglio che molte volte nn condivido,però nel ricordo,nella memoria sono da prendere come esempio...senno la storia,il ricordo della nostra liberazione e i valori del 25 aprile diventeranno sempre più un fenomeno marginale..E questo il punto,perchè a noi spetta cercare,spiegare e tramandare che la libertà non è quella che immagina berlusconi,la sua e nemmeno quella degli amici suoi che sì,vogliono essere liberi di continuare ad arricchirsi a dispetto delle leggi e di noi.La libertà è parlare,pensare,scrivere,suonare, cantare,lavorare,esistere ognuno a modo proprio sempre nel rispetto dell’altro.Le analisi politico-storiche non si possono fare con chi nega,rivisita,cancella dalle celebrazioni ufficiali e dai programmi scolastici( vero, Gelmini? )una Storia che tutti conoscono,anche quelli che la rinnegano.In una società dove tornano alla ribalta ideali xenofobi e razzisti è necessario rilanciare ogni giorno gli ideali e per questo "ripeto" bisogna imparare dagli americani...Ritornando a questo 4 luglio dicevo che è un giorno che ogni americano è orgoglioso di celebrare. E notate che si dice “celebrare” la festa del 4 luglio e non semplicemente “festeggiare” il 4 luglio,in quanto il verbo “celebrare” porta con se tutta una serie di significati profondi, quasi un alone di sacralità, che, invece, la semplice parola “festeggiare” non riesce ad evocare.
Banalmente, si può dire che il 4 luglio si celebra la festa dell’indipendenza (Independence Day) delle colonie americane, ottenuta dall’Inghilterra nel 1776. Questa è la data che, per un americano, segna la nascita della democrazia nel suo paese. Questa è la data che segna la vera nascita degli Stati Uniti d’America e, poiché gli Americani si sentono profondamente attaccati alla loro patria, tanto da identificarsi interamente con essa, si può dire che il 4 luglio è la festa anche degli Americani stessi

C'è da ricordare un film: Independence Day" seppur la considero la classica americanata come storia,devo ammattere che quando gli americani fanno dei film autocelebrativi sono incredibili.Un tripudio di effetti e di compiacimento,hanno proprio un loro modo di essere fieri.Non sono film,sono enormi giocattoli colorati.ma come sanno farli bene....

Nessun commento: