24 mag 2011

L'amore non si può imparare "OSHO"

L'amore non si può imparare.. Quando impari qualcosa vuol dire che proviene dall'esterno, non si tratta di una crescita interiore.. L'amore non è un imparare, ma una crescita.. Tutto ciò che è necessario, da parte tua, non è imparare le vie dell'amore, bensì disimparare le vie del non-amore.. Gli impedimenti vanno rimossi, gli ostacoli distrutti.. a quel punto l'amore costituirà il tuo essere naturale e spontaneo.. Una volta che gli ostacoli sono stati eliminati e le rocce gettate via, il flusso scorre.. Esiste già, è nascosto sotto molte rocce, ma la sorgente è già presente.. È il tuo stesso essere.. È un dono, non qualcosa che accadrà nel futuro.. è un dono che è già accaduto con la tua nascita.. "Essere" vuol dire "essere amore".. Poter respirare vuol dire poter amare.. L'amore è come il respiro: ciò che il respiro è per il corpo fisico, l'amore lo è per lo spirito.. Senza respiro il corpo muore, senza amore l'anima muore.. La prima cosa da ricordare è che l'amore non è qualcosa che puoi imparare.. E se lo impari, mancherai del tutto il punto.. in nome dell'amore imparerai qualcos'altro.. sarà finto, falso.. Ma la moneta falsa può assomigliare a quella autentica.. se non conosci quest'ultima, la prima può trarti in inganno.. Solo se conosci il reale, sarai in grado di vedere la differenza tra ciò che è falso e ciò che è reale.. E questi sono gli ostacoli: gelosia, possessività, attaccamento, aspettative, desideri, paura della solitudine.. ma i tuoi timori sono giusti.. "Se tutte queste cose scompaiono, cosa resterà del mio amore?".. Nulla resterà del tuo amore.. Resterà l'AMORE. . ma esso non ha niente a che vedere con l'"io" o il "tu".. In realtà, quando ogni gelosia, possessività, aspettativa e paura scompaiono, non scompare l'amore; scompari tu, il tuo "ego".. Queste cose sono l'imbroglio dell'ego.. Non è l'amore a essere geloso.. Guarda, osserva di nuovo.. Quando provi gelosia, non è l'amore a essere geloso, esso non ha mai conosciuto nulla di simile alla gelosia.. Come il sole non ha mai conosciuto l'oscurità, l'amore non ha mai conosciuto la gelosia.. È l'ego che si sente ferito e competitivo.. è l'ego che lotta incessantemente.. è l'ego a essere ambizioso, a desiderare di stare al di sopra degli altri e a sentirsi speciale.. è l'ego che comincia a provare gelosia e possessività, perché può esistere solo se possiede.. Più possiedi più l'ego è forte.. se non possiedi nulla, l'ego non può esistere.. Esso si basa sulla proprietà, dipende da essa.. Se hai più soldi, più potere, più prestigio, un uomo, una donna o dei figli meravigliosi, l'ego si sente immensamente arricchito.. Quando la proprietà scompare, quando non possiedi nulla, dentro di te non troverai l'ego, non ci sarà nessuno che possa affermare "IO".. E se pensi che questo sia il tuo amore, scomparirà certamente anche quello.. In realtà, il tuo amore, non è amore.. è gelosia, possessività, paura, odio, rabbia, violenza.. è mille e una cosa, eccetto che amore.. È mascherato da amore perché tutte queste cose sono così brutte da non poter esistere senza una maschera.. ma non è amore.. L'amore si manifesta come relazione, ma comincia nella solitudine profonda.. si esprime come rapporto, ma la sua origine non è nel rapporto, bensì nella meditazione.. Quando sei assolutamente felice nella tua solitudine, quando non hai affatto bisogno dell'altro, allora sei in grado di amare.. Se hai bisogno dell'altro, puoi solo usare, manipolare e dominare.. non puoi amare.. Poiché dipendi dall'altro, hai paura e sorge la possessività.. "Chi può saperlo? Oggi l'altro sta con me, domani potrebbe non starci più. Chi può predire il prossimo istante?".. La tua donna potrebbe averti lasciato, i figli potrebbero essere cresciuti e avere lasciato la tua casa, il marito potrebbe averti abbandonato.. A causa di questa paura del futuro diventi molto possessivo.. Crei una schiavitù intorno alla persona che pensi di amare.. Ma l'amore non può creare una prigione.. L'amore porta libertà, dona libertà.. Ma questo è possibile solo se hai conosciuto una qualità totalmente diversa dell'amore, basato non sul bisogno, ma sulla condivisione.. L'amore è la condivisione di una gioia straripante.. Sei troppo pieno di energia.. non puoi contenerla, la devi condividere.. A quel punto ci sarà poesia, a quel punto ci sarà qualcosa di meraviglioso che non sarà di questo mondo, ma che verrà dall'aldilà.. Questo amore non si può imparare, ma è possibile eliminare gli ostacoli.. Impara l'arte del rimuovere tutto ciò che ostacola l'amore.. E' come scavare un pozzo.. rimuovi gli strati di terra, di pietre, di rocce.. e all'improvviso affiora l'acqua.. È sempre stata lì.. era una corrente sotterranea.. Adesso che hai rimosso tutti gli ostacoli, l'acqua è disponibile.. Altrettanto vale per l'amore.. è la corrente sotterranea del tuo essere.. Sta già scorrendo, ma ci sono molte rocce, molti strati di terra da rimuovere.. non si tratta di imparare l'amore, ma di disimparare le vie del non-amore..

2 commenti:

Tiziano ha detto...

Caro Emanuele, questa lunga riflessione mi sta facendo, appunto, riflettere... molto. Io penso che l'amore sia così importante, ma da molti (me compreso, è chiaro) sconosciuto. O poco... oppure si ha dell'amore e dei comportamenti a esso correlati un idea che proviene dalla cultura e dai media o cose così. Grazie a questa cosa che hai messo ora rifletto sul mio amore. il mio amare. La metto nel mio blog, allegando la provenienza, è chiaro... Magari qualcuno dei miei lettori può darsi venga a trovarti e come me ragionare su cose belle nel tuo blog, come questa che ho trovato. Complimenti. Sinceri. Tiziano

Anonimo ha detto...

Scusa Tiziano non avevo visto il tuo commento,grazie,condividi pure e condividi pure
ANAM