03 feb 2011

UNA SCOSSA ALLA PROPAGANDA!!!

 Adesso i videomessaggi del capo del "circolo del Bunga Bunga" sembravano davvero troppi, invasivi, ripetitivi,da dittatore!!!Ora si è spostato in uno dei suoi (tanti) possedimenti e occupazioni pagati dagli italioti: il TG1. Il megafono ufficiale del vecchio bavoso che, quando inciampa con il Parlamento, si ricorda che ha un paese allo sfinimento da governare.Ieri al TG1,il giornalista gli suggeriva le risposte con domande preconfezionate e lui vomitava le solite promesse e annunci che fa da otto anni su dieci in cui comanda e non governa. Un giornalista vero gli avrebbe chiesto perchè tutte quelle belle cose non le ha fatte in questi otto anni (un giornalista però).

Questi lecchini del cavolo che lo asseconda consentendogli tutto,compiendo così un'acrobazia che chiamare prostituzione giornalistica è troppo poco.E lui ,il sultano...la mattina predicava l'abbassamento dei toni e la sera al Tg1 risparava a palle incatenate contro l'opposizione che vuole mettere la Patrimoniale sui poveri italiani...L'apice poi lo hanno raggiunto dicendo che sono i comunisti ad aver generato il debito pubblico fino al '92. La realtà è per fortuna già scritta nei libri di Storia:Inizio anni 80 fino al 1992 hanno governato i così detti partiti di centro più i socialisti di Craxi. Berlusconi ha l’insolenza di dire che in quel periodo hanno governato i comunisti...Chi ha contribuito a distruggere l’Italia in quel periodo?chi ha rubato miliardi allo Stato spartendo il bottino proprio col nano malato?E' stato il suo amico cosiddetto socialista passato guardacaso alla Storia col nomignolo di Bottino Cinghialone Craxi....e gli altri li ha al suo fianco: (Cicchitto e Sacconi & C.) suoi fedelissimi che stanno continuando la demolizione.

Tornado invece alle notizie di oggi....E ora il federalismo?(bocciato >L'unità) E adesso come la mettiamo con la Lega che minacciava sfracelli se non si approvava il federalismo?Bene, adesso vediamo se sono capaci di mantenere quello che hanno promesso,di mandare  tutti al voto. Ho paura che adesso il guru e paraguro di Arcore dovrà sborsare milioni di euro per tenerli boni...

Leggevo il pezzo di Concita De Gregorio(Vedi sotto)e  mi rendo conto ancora di quanto si difficile fare capire agli Italioti la nostra situazione....Io amo il mio paese,L'ITALIA...Tuttavia,i miei concittadini non perdono occasione per dimostrare il loro provincialismo e,dunque,la loro miopia nell'osservare lo sconcertante ed imbarazzante spettacolo dei "dilettanti allo sbaraglio" della politica di ieri e di oggi. Sono passati lustri dalla fine della seconda guerra mondiale, guerra di liberazione, con essere umani che hanno sacrificato la propia esistenza per un ideale, un mondo piu' giusto ed equo,e come li ricordiamo,li onoriamo ? Ma tutta quella massa di ...(non voglio esprimermi per non offendere nessuno) che l'ha votato solo perchè abbindolati con la frase ad effetto pronunciata alla fine di un confronto con Prodi che riassumo: io toglierò l'ICI hanno pensato alle conseguenze del loro voto? L'operaio o pensionato che con fatica s'è fatto la casa l'ha immaginato come salvatore della loro proprietà.Ha tolto l'ICI l'idiota omettendo le conseguenze del suo "ardire". E tutte quelle vecchiette che lo difendono e lo coccolano, nostalgiche del "quando c'era lui sì che si stava bene",combattive e pungenti si rendono conto di quanto si sono svendute?
Ma a chi ci ha ridotto così,costretti a non ribellarci più,ma ad arraffare nel momento del bisogno,ha permesso di sdoganare la più brutta politica degli ultimi anni.Approfittarsi del bisogno degli altri per permettersi di governare e fare quello che stanno facendo è un insulto soprattutto a quelli che li hanno votati.Ma negli ultimi anni chi è che ha governato? Ma non rendersi conto di queste cose vuol dire proprio che siamo arrivati ad una considerazione di noi stessi pari a zero.E' come chiedere prestiti in continuazione sperando di riuscire a chiudere i nostri debiti pregressi.Io onestamente mi sono rottO le palle che questa falsa e corrotta politica sia un faro per i corrotti appunto,per gli evasori,per gli affaristi senza scrupolo alcuno.Appalti truccati, mazzette elargite,case regalate,lavoro nero sempre più in crescita,posti di lavoro dati in dono,lavoro sottopagato o che non c'è e manco si vede all'orizzonte direi che sono più che sufficienti a svegliare chi vigliaccamente si astiene dal votare,a chi è indeciso.Tanto ai nostalgici fargli cambiare idea è impossibile ...
E ALLORA DOMENICA 6 FEBBRAIO TUTTI AD ARCORE CON IL POPOLO VIOLA,INVITO TUTTI A CONDIVIDERE QUESTO VIDEO:

Esproprio proletario
di Concita De Gregorio
Ci sono i fatti, poi c’è la propaganda. I fatti. Il reddito delle famiglie italiane, dice l’Istat, è diminuito in un anno del 2,7 per cento. Le medie come si sa non rendono giustizia della realtà: alcune famiglie (pochissime) si sono arricchite, altre (poche) hanno mantenuto il livello, altre ancora (la maggioranza) si sono impoverite di molto più del 2,7 per cento. Il 10 per cento delle famiglie detiene in Italia il 50 per cento della ricchezza. Si calcola che gli evasori fiscali sottraggano allo Stato (dunque anche a quelle famiglie che perdono reddito) 50 miliardi di euro. 75 milioni e mezzo, per esempio, li ha evasi di tasse la Cricca che ruota attorno a Guido Bertolaso e a Balducci, ci dice oggi l’inchiesta di Perugia. Le stock options, le rendite finanziarie sono tassate al 12,5 per cento. Chi non dirige le aziende ma ci lavora vede il suo reddito tassato del triplo. Fatti inconfutabili.

La propaganda, adesso. In una memorabile “intervista” al Tg1 (esempio di domanda neutra: crede che il partito della patrimoniale proponga la vecchia ricetta che punta sulla scorciatoia della pressione fiscale?) Silvio B. ha annunciato ieri all’Italia che il prodotto interno lordo crescerà in 5 anni del 3/4 per cento. Farà così: cambierà la Costituzione che ci “inchioda a una mentalità statalista” e no, mille volte no, non consentirà “l’esproprio”. Quale esproprio? “La gigantesca imposta sugli immobili” che tassa la casa, il bene di tutti gli italiani. Quale tassa sulla casa? Susanna Camusso propone di tassare i redditi superiori a 800 mila euro. Il dibattito è su una tassa che gravi su chi ha moltissimo, una patrimoniale di solidarietà che riequilibri la posizione di chi evade e chi non lo fa (perché non può, i dipendenti, o non vuole, gli onesti) fra chi campa di profitti azionari e chi di lavoro. Sarebbe questo l’esproprio? Il giornalista del Tg1, strano, non l’ha chiesto.Altri fatti, altra propaganda. “Prete legge l’Unità in chiesa”, titola un quotidiano del Nord Est, vedrete oggi gli altri. Si tratta del parroco di Mogliano, Don Giorgio. Ci ho parlato. “Ho iniziato la liturgia domenicale leggendo ‘O Dio fa che la Chiesa non si lasci sedurre dalle potenze del mondo’, ho detto che sedurre è un verbo oggi quanto mai appropriato, ho citato alcuni passaggi del suo editoriale sulle donne che ho letto in rete, molto bello davvero, così simile alle parole che Don Sciortino scrive su Famiglia Cristiana. Trovo che sia uno scritto che ogni vescovo potrebbe firmare”. Lo hanno firmato ottantamila persone, finora, in effetti: fra queste suore, poliziotti, dirigenti d’impresa, politici di centrodestra. Una raccolta di firme che ha dato il via al grande movimento che scenderà il piazza il 13. Da Pinerolo un altro parroco, don Franco, lo sottoscrive. “Bisogna ascoltare le parole. La parola, in sé, non è di destra né di sinistra: se è una buona parola, è buona per la Chiesa e per la piazza”. Ma sono rossi, naturalmente. Preti e suore rossi, dirà la propaganda che parla, anzi strilla, e non ascolta

Nessun commento: