06 feb 2011

RITROVARSI A SINISTRA!!!!

Mi verrebbe da dire "Nostalgia Canaglia".E diciamolo visto che non ci costa niente.
In periodi come questi (che ormai sono anni) viene da voltarsi indietro,di fronte ad atti come quello di questi giorni(sul federalismo),in cui si cerca di forzare la mano,calpestare le regole,e allora viene da chiedersi sempre di più come abbiamo fatto ad arrivare a tutto ciò,cosa è successo,dove siamo finiti,quel 33%!!! è possibile che sia vaporizzato,sparito.Dopo l'ennesima uscita del premier che da una parte dice "facciamo la pace dai va tutto bene" e dall'altra parla di "paese in mano alle procure",viene da chiedersi cosa aspettiamo a trovare una soluzione politica degna,a ritrovarci tutti a sinistra,a pensare a chi mandare al governo del paese invece di prende firme in giro per l'Italia.
Qualche sera fa guardando lo speciale de "La storia siamo noi" ho rivisto quei momenti (avevo 13 anni,e chi ha vissuto quei giorni lo saprà meglio di me insegnandomi anche qualcosa)della svolta della Bolognina, Occhetto che in maniera sbrigativa liquida il PCI e la sua struttura in un attimo,i compagni impauriti sotto il "Bottegone" chiedere spiegazioni e Fassino dire "avete capito male".
"Avete capito male"... "avete capito male".Abbiamo capito benissimo,abbiamo capito che quella classe dirigente orfana di un grande uomo come Berlinguer non è stata in grado di consolidare il consenso di quegli anni,gettando via tutto,facendo casino anche all'ultimo congresso quando Occhetto non ha ottenuto la segreteria alla prima.C'erano tutti Fassino che prendeva già per il culo la gente.
D'Alema che coltivava già le sue ambizioni scavando sotto i piedi di Occhetto.
Veltroni che pensava già all'Africa.
Burlando che non capiva...
Tutti.Ora siamo qui, in balia di questi pazzi che ogni giorno massacrano la Costituzione, la democrazia, lo stato, le regole.
Siamo qui a parlare di avvocati, bunga bunga, escort e tariffe quando dovremmo parlare solo ed eslusivamente di lavoro per tutti.Siamo qui a commentare un opposizione che prende in considerazione di baciare Fini invece di svoltare a sinistra.Siamo qui per adesso, aspettando la prossima uscita del Cavaliere che servirà a far dimenticare alla gente tutto il resto.
alla fine del documentario,non ricordo chi,ha concluso dicendo...
"in fondo siamo anche noi colpevoli"

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Caro Emanuele,
pensa che io ho "conosciuto dal vivo" Enrico Berlinguer, Luciano Lama, Pietro Ingrao, Nilde Iotti, Paietta,Natta...
Quante sere a ciclostilare volantini macchiati di inchiostro...
Quanti giorni a distribuirli...
Nella mia città, con la mia faccia bene in vista...
Giorni, mesi, anni della mia vita, per qualcosa di meglio e adesso penso che in fondo non era così male la Democrazia Cristiana confronto ai politici di oggi, ovunque siano seduti!
Ida

Anonimo ha detto...

Non voglio avere la presunzione di dare consigli a nessuno, penso solo che guardiamo troppo indietro. Il passato è morto non esiste più, non ha senso guardare indietro perchè niente è più lo stesso. Ok, va bene ispirarsi agli uomini del passato, ma loro hanno fallito, quindi l'unica cosa sensata per me è lavorare nel presente per creare gli uomini del futuro.....