06 set 2010

Emergency 7-12/ Sett a Firenze,il nono incontro nazionale

L'edizione 2010 prevede ospiti come Antonio Tabucchi, Stefano Bollani, Marco Paolini, Fabio Fazio, Fiorella Mannoia, Lella Costa, Andrea Camilleri (in video), Antonio Albanese, Neri Marcoré, Patti Smith, Casa del Vento.. e interventi di Gino Strada,Danilo Zolo,Nicolai Lilin e molti altri.Saranno sei giorni di dibattiti, occasioni per conoscere,provare a capire,soprattutto far incontrare medici, volontari,sostenitori,amici,simpatizzanti e cuori incapaci di adattarsi a come va 'sto mondo,dove le vittime delle bombe vengono chiamate effetti collaterali,dove chi cura ferite,senza chiedere i documenti a chi sta male,viene accusato di terrorismo o complicità col nemico...Purtroppo non potrò partecipare a nessun incontro visto che questa settimana sarò occupato totalmente alla festa nel mio paese(Sagra della polenda funghi porcini e cinghiale),ma con il cuore abbraccio già chi porta nella mia regione la sola idea di pace che ancora vedo camminare.Non è vero che,affetti esclusi,non credo più a niente e nessuno,credo all'onestà di Emergency,sento di poter sperare ancora in un mondo un po' meno disumano se ci sono persone che ancora ci credono.).
Roberto Saviano,con Gino Strada,Vauro,Antonio Tabucchi e Samuele Bersani, parteciperà il 10 settembre alla serata condotta da Fabio Fazio al Mandela Forum
(ore 21,30Sabato sera, ancora una volta a cantare per Emergency, Patti Smith con Casa del vento (sabato 11 settembre, ore 21,30 Mandela Forum, ingresso gratuito).
Domani (al Palaffari, piazza Adua 1, alle 18) nel corso del dibattito organizzato da PeaceReporter interverranno il romanziere siberiano Nicolai Lilin, il chirurgo Marco Garatti e il direttore di PeaceReporter Maso Notarianni. Alle 21,30 serata di musica e parole con Stefano Bollani e David Riondino
Qui il programma: http://firenze.emergency.it/programma.php
"Al centro della nostra attività non c’è soltanto la cura dei feriti di guerra, ma la difesa dei diritti della persona, che in tante parti del mondo vengono calpestati e negati" ci ricorda Cecilia Strada, sottolineando che non c'è bisogno di andare troppo lontano: "Emergency sta per inaugurare un poliambulatorio a Marghera, dopo averne aperto uno a Palermo. C’è bisogno di noi anche in Italia, purtroppo. E non solo per assistere immigrati — regolari o clandestini per noi fa lo stesso — ma anche per aiutare tanta gente che per varie ragioni non riesce ad accedere al servizio sanitario nazionale. Anche qui da noi c’è una "guerra" in corso di cui si parla pochissimo, quella delle morti sul lavoro che contano ogni anno tante vittime".

2 commenti:

Anonimo ha detto...

...io c'ero e te?

ANAM ha detto...

Buongiorno,purtroppo come ho scritto nel link non ho potuto partecipare....