03 lug 2010

Luciana Littizzetto, L'odio ( La principessa sul pisello)


Certo, l'odio è una brutta cosa, quelli particolarmente bravi pensano che sia una perdita di tempo costruire dentro di sé sentimenti negativi, basta guardare anche i nostri profili per capirlo, alla voce "tre cose che odio" in molti scrivono "niente e nessuno".Che odiare è inutile.Ma io sono sicura che riflettendoci meglio anche quelle persone odiano qualcosa e qualcuno.Ignorare è molto meglio di odiare? forse.Io invece credo che sia giusto difendersi anche con l'odio, perché non tutti nasciamo con la vocazione del buon samaritano, perché non c'è niente di umano nel tollerare con l'indifferenza chi ha causato un dolore, un danno alle nostre vite spesso volontariamente.E a chi ha causato quel dolore non succede niente,spesso esce o resta nella nostra vita senza chiedere nemmeno scusa.I danni si pagano, e quando non è possibile quantificare e monetizzare un risarcimento, bisogna trovare un modo che restituisca almeno in parte quello che ci è stato tolto con la violenza,l'egoismo e la cattiveria.Se odiare -anche in modo silenzioso -puo' aiutare a far sentire un po' meno il peso di quel dolore, a me va benissimo, perché l'indifferenza è solo fare finta che ci sono cose che non sono mai successe,situazioni che non abbiamo mai vissuto.

Nessun commento: