15 giu 2010

Jovanotti

Una fantastica canzone di Jovanotti del 2002 estratto dall'album "Il quinto mondo",bisogna riconoscere anche a Lorenzo di avere dato,in questa canzone,la migliore definizione possibile di Oriana Fallaci(la giornalista scrittrice che ama la guerra perché le ricorda quando era giovane e bella)e anche per questo fu citata da Tiziano Terzani nell'introduzione al libro Lettere contro la guerra....
Salvami, copre un ampio spettro di temi,dal pacifismo,alla globalizzazione e la necessità di giustizia nei confronti del Terzo Mondo,all'ambientalismo,stupendo anche il video,un collage di tutte le apparizioni nei programmi televisivi dove Jovanotti presentò il singolo.L'intenzione era quella di dimostrare che i media, e la televisione soprattutto potevano essere usati per buoni fini....

bianchi, i neri, la religione,
il pessimismo della ragione,
la foto di gruppo, il primo giorno di scuola,
libertà di movimento, libertà di parola,
le otto principesse e i settecento nani,
le armi, gli scudi, i diritti umani,
i corvi che gracchiano "rivoluzione"!!
però non c'è pietà e non c'è compassione.
il sangue si coagula sul pavimento,
si inceppa l'articolazione del movimento,
la voce che balbetta la speranza che inciampa,
la capra che crepa, la capra che canta,
la giornalista scrittrice che ama la guerra
perché le ricorda quando era giovane e bella,
amici e nemici, che comodità,
villaggi di fango contro grandi città!
salvami, salvati, salvaci, salviamoci,
salvali, salvati, salvami, salviamoci.
le reti, i cancelli, le zone rosse,
migliaia di croci, milioni di fosse,
la N.A.T.O., la F.A.O., le Nazioni Unite,
seimiliarditrecentomilioni di vite;
dignità, dignità, una vita normale,
l'indifferenza è il più grave peccato mortale,
il mercato mondiale, il mercato rionale,
la croce del sud e la stella polare,
il nasdaq che crolla, il petrolio che sale,
la borsa che scende, la borsa che sale,
la storia ci insegna che non c'è fine all'orrore,
la vita ci insegna che vale solo l'amore...
salvami, salvati, salvaci, salviamoci,
salvali, salvati, salvami, salviamoci.
il PIL, la ricchezza misurata in consumo,
la rete globale, i segnali di fumo,
la riconversione dell'energia,
il colpo di coda dell'economia,
i microcomputer le trasformazioni,
e noi sopra un ferro che ha ancora i pistoni,
le faccie impaurite, la vita che vola,
lo stomaco, il fegato, il petto, la gola,
Peshawar, New York, Sierra Leone,
la polizza vita dell'assicurazione,
l'innocenza perduta, le ragioni di stato,
una sola potenza, un solo mercato,
un solo giornale, una sola radio...
e mille scheletri dentro l'armadio!
salvami, salvati, salvaci, salviamoci,
salvali, salvati, salvami, salviamoci.
LA STORIA RACCONTA CHE NON C'È FINE ALL'ORRORE,
LA VITA CI INSEGNA CHE ESISTE SOLO L'AMORE...
salvami, salvati, salvaci, salviamoci,
salvali, salvati, salvami, salviamoci.

1 commento:

ღElenaღ ha detto...

Navigando per blog sono finita qui. Ti lascio un salutino
Ele
http://templateelenagrafica.blogspot.com/