23 mag 2010

Ho imparato... di Andy Rooney

HO IMPARATO...
Ho imparato... che la miglior aula del mondo è ai piedi di una persona anziana.
Ho imparato... che quando sei innamorato, si vede.
Ho imparato... che appena una persona mi dice, "Mi hai reso felice!", mi
rende felice.
Ho imparato... che avere un bambino addormentato fra le braccia
è una delle cose del mondo che piu rendono sereni.
Ho imparato... che essere gentili è piu importante dell'aver ragione.
Ho imparato... che non bisognerebbe mai dire no ad un dono fatto da un
bambino.
Ho imparato... che posso sempre pregare per qualcuno, quando non ho la
forza di aiutarlo in qualche altro modo.
Ho imparato... che non importa quanto la vita richieda che tu sia
serio................ognuno ha bisogno di un amico con cui divertirsi.
Ho imparato... che talvolta tutto cio di cui uno ha bisogno è una mano da
tenere ed un cuore da capire.
Ho imparato... che semplici passeggiate con mio padre attorno all'isolato
nelle notti d'estate quand'ero bambino, sarebbero stati miracoli
per me da adulto.
Ho imparato... che la vita è come un rotolo di carta
igienica.............. piu ti avvicini alla fine, piu velocemente va via.
Ho imparato... che dovremmo essere contenti per il fatto che Dio non ci dà
tutto quel che gli chiediamo.
Ho imparato... che i soldi non possono acquistare la classe.
Ho imparato... che sono i piccoli avvenimenti giornalieri a fare la vita
così spettacolare.
Ho imparato... che sotto il duro guscio di ognuno c'è qualcuno che vuole
essere apprezzato e amato.
Ho imparato... che il Signore non ha fatto tutto ciò in un giorno
solo. Cosa mi fa pensare che io potrei?
Ho imparato... che ignorare i fatti non cambia i fatti.
Ho imparato... che quando progetti di prenderti la rivincita su qualcuno,
stai solo facendo in modo che quella persona continui a ferirti.
Ho imparato... che l'amore, non il tempo, guarisce tutte le ferite.
Ho imparato... che per me il modo piu semplice di crescere come persona è
circondarmi di gente piu abile di me.
Ho imparato... che ogni persona che incontri merita d'essere salutata con
un sorriso.
Ho imparato... che non c'é niente di più dolce che dormire coi
tuoi bambini e sentire il loro respiro sulle tue guance.
Ho imparato... che nessuno è perfetto, fino a quando non te ne innamori.
Ho imparato... che la vita é dura, ma io sono piu duro.
Ho imparato... che le opportunità non si perdono mai, qualcuno sfrutterà
quelle che hai perso tu.
Ho imparato... che se dai rifugio all'amarezza, la felicità
attraccherà da qualche altra parte.
Ho imparato... che desidererei aver detto una volta in più a mio
padre che lo amavo, prima che se ne andasse.
Ho imparato... che ognuno dovrebbe rendere le proprie parole soffici e
tenere, perché domani potrebbe doverle mangiare.
Ho imparato... che un sorriso è un modo non costoso di valorizzare i tuoi
sguardi.
Ho imparato... che non posso scegliere come sentirmi, ma posso scegliere
cosa farci.
Ho imparato... che quando tuo nipote neonato tiene il tuo mignolo nel suo
piccolo pugno, sei agganciato per tutta la vita.
Ho imparato... che chiunque vuole vivere sulla vetta della
montagna, tutta la felicita e la crescita si trovano mentre la si scala.
Ho imparato... che è meglio dare consigli in due sole circostanze : quando
sono richiesti e quando c'è pericolo di morte.
Ho imparato... che meno tempo ci lavoro, più cose mi trovo fatte.

1 commento:

ANAM il senza nome ha detto...

Non sono molto daccordo sul fatto che la crisi sia la migliore benedizione che può arrivare... però fà riflettere la creatività nasce dalle difficoltà, chi governa l'Italia deve mettere benzina, non chiacchiere, nel motore italia: ridurre le tasse sul reddito fisso, abbassare la pressione fiscale e burocratica su aziende e imprese,investimenti combattere seriamente evasione ed elusione fiscale, agire concretamente sul controllo dei prezzi al consumo! Senza questa "miscela" il motore-italia batte in testa, riparte a singhiozzo, per poi fermarsi di schianto! Soltanto una ripartenza dei consumi da parte del ceto medio di questo paese,in assoluto la maggioranza della popolazione italiana, fatta di lavoratori dipendenti e pensionati, ripristinerebbe il ricircolo-virtuoso della "ricchezza". Ma finchè non si darà respiro alle famiglie in difficoltà, con un significativo intervento su salari, mutui e affitti, non ci sarà mai vera ripresa economica