01 set 2011

C'era una volta l'ITALIA

Non ho mai visto una situazione tanto delirante, ridicola, triste e allucinante quanto (purtroppo) la storia attuale.Un paese ricco di storia, di tradizioni, di cultura, ridotto ad un non-paese..E' triste, profondamente triste;pensare a coloro che hanno versato il sangue durante la liberazione, e dopo con il proprio lavoro,per rendere questo paese la quinta e poi la sesta e ora la 20-30 esima potenza del mondo. E nessuno dice nulla,tutto va bene.In altri paesi,per molto meno,emergenze o meno,qualcuno più responsabile, "super partes", chiama al cospetto e chiede il conto. Da noi, tutto tace,fino a quando non  viene toccato il proprio orticello.Il silenzio (degli innocenti o dei colpevoli?).Come diceva Gaber in una sua bellissima canzone.....

Se si pensa che dal 1945 al 1960 gli italiani hanno ricostruito un paese e fatto la prima Olimpiade moderna del dopoguerra (in soli 15 anni!!!).Neanche fossimo tedeschi e giapponesi. Poi ci sono state le lotte operaie e sindacali per conquistarsi uno statuto dei lavoratori e il walfare, che oggi stanno tentando di smantellare.Il tutto, molti se lo dimenticano, con 50 anni di governo DC (democristiano-vaticano,con una spruzzata di Cia).Quando qualcuno parla di governi del PCI parla a vanvera.Quando il PCI stava per diventare il primo partito d’Italia arrivarono le bombe e le stragi. Punto.Oggi siamo diventati ingovernabili e ci nascondiamo dietro ai piccoli privilegi e scappatoie, si dice.Chi sono questi mascalzoni?Vuoi vedere che sono la massa di precari ricattati e sfruttati? Vuoi vedere che sono i pensionati che s’imboscano le tasse e si tengono le barche di venti metri in garage? Vuoi vedere che sono quei quarantenni che sono 15 anni che hanno contratti cocopò, ciccicì, a progetto, puppupù? Si parla di tutto meno che dei divoratori veri di questo paese.Venti anni di fesserie televisive, di stili di vita facili vendute sullo schermo, di sogni, di escort, di smeritocrazia, di arrivismo, furberie, di chi è più paraculo, di chi s’imbosca meglio il malloppo all’estero, di una classe politica corrotta e squalificata hanno prodotto questo paese se ancora lo vogliamo chiamare così.Forse gli italiani sono meglio di come vogliono dipingerli.


Oggi la Lega canta ancora vittoria come fa da una settimana,come se fosse sempre assente mentre si riscrive ogni giorno la manovra,come fosse tutto il calcio minuto per minuto!!!Ieri a proposito è stato riammesso il periodo di leva e laurea per la pensione...Ora tutti contenti!!!Ma ci rendiamo conto?Adesso si punta all'aumento dell'Iva,questa è una imposta indiretta,che colpisce il consumo, non il reddito o il patrimonio.Sicuramente provocherà contrazione dei consumi e aumento dell’inflazione,esattamente il contrario che ci vuole, a meno che l’intervento sulle aliquote segua un predeterminato modello di consumi . Un aumento dell’iva sui generi di lusso è di norma meno recessivo perchè chi si puo’ permettere beni di lusso, puo’ anche permettersi di pagare su di essi imposte piu’ elevate. Ma se l’aumento dell’Iva riguarda spese a carattere popolare ( abbigliamento, generi di prima necessità etc) è chiaro che inciderà proporzionalmente su chi guadagnerà di meno..allora è ancora una volta evidente la mentalità di chi ci sta governando: non far pagare chi guadagna tanto per il reddito o il patrimonio che ha, far pagare i molti che già pagano e che sono costretti a consumare una certa quantità di determinati beni e servizi.E’ inutile illudersi: questo rimane e rimarrà fino alla fine dei suoi giorni un governo di destra.In quanto governo di destra si guarderà bene dal dare fastidio a determinati ceti. Farà di tutto per mettere il peso del risanamento sulle spalle del maggior numero di persone possibili, senza badare al fatto che cosi facendo a rimetterci saranno quelli ancora una volta meno abbienti.
Al consumatore finale interessa il prezzo con IVA compresa, non è difficile pensare che se aumenta l’IVA aumenta anche il prezzo finale, in sostanza si introduce un rincaro dei beni e servizi per via fiscale . Quindi si introduce un effetto inflattivo generalizzato .E allora amici italiani sarebbe ora di smettere di guardare dal buco della serratura di un’informazione becera,gretta e triviale (una sorta di Cronaca Vera generalizzata!) ci accorgeremmo che il nostro vicino,il nostro collega,il nostro amico sono (più spesso di quanto siamo disposti a riconoscere) delle brave persone.Capaci, intelligenti e generose. Solo che non siamo più abituati a percepire il rumore della foresta che cresce, ma sentiamo solo quello dell’albero che cade. A volte nemmeno in diretta: è registrato in HD.
Guardiamoci attorno e ragioniamo, parliamo di quello che vediamo, proviamo, sperimentiamo tutti i giorni nel nostro piccolo,aiutiamo il notro vicino uniamoci tutti per il bene nostro del paese e dei nostri figli!!! E’quella la realtà! Il resto è fiction, sequel, format (che brutte parole!!).Senza nessun merito o colpa particolare, siamo nati in uno spicchio di mondo che definire: “la parte giusta del tavolo” è riduttivo! Ogni mattina, appena mi sveglio, dico grazie! Non sono credente e non sono sicuro di aver ragione. Ma sento di dovere qualcosa a qualcuno.Al caso, alla natura…Basta poco…E allora lottiamo per il nostro paese per i nostri diritti per un futuro migliore!!!!
Un gran coglione(Rita Pani)
“Stavo aiutando una famiglia con figli in grave difficoltà economica”. “Stavo aiutando una ragazza a non prostituirsi”. “Conosco questa ragazza da quando era bambina, e prima di lei conoscevo sua madre, per questo mi chiama papi”.Ora hanno arrestato Tarantini e sua moglie. Un altro ricattatore è latitante. Altri due sono indagati perché ricattavano il tizio più criminale e debosciato degli ultimi 150 anni, e a me – confesso – spiace un po'. Gente così meriterebbe il plauso di tutti e una medaglia d'oro al valor civile per la grande e indiscutibile capacità imprenditoriale.Il ricatto, infatti, si basava sulla richiesta del tizio pervertito del consiglio, di mentire circa la sua consapevolezza che gli fossero state recapitate a casa, camionate di puttane.500.000 euro e altre migliaia mensilmente, per non far trapelare ciò che tutti sanno, però, è una cifra che fa del tizio un ricattato, e pure un gran coglione. Da qui i complimenti a Tarantini per essere riuscito ad intascarseli.E fino a qua si potrebbe anche sorridere, se non fosse per quelle cifre che in un momento come questo dovrebbero – e il condizionale in questo caso è davvero d'obbligo – far affilare le punte dei forconi di tutti noi.La situazione economica dello stato è chiara a tutti, come è chiara a tutti l'incapacità politica di questa classe dirigente, sempre più votata all'interesse privato o populista teso a garantire la continuità dell'appartenenza a quel potere che rischia di finire in mano all'esercito, o di finire – nella migliore delle ipotesi - fucilato e umiliato come Ceausescu.Questo buffone, questo gran coglione, capace di sperperare milioni e milioni di euro tra ricattatori (chissà quanti ne paga!) puttane, e servi di ogni razza è colui al quale è stato delegato il futuro di un paese.

Questo gran coglione non solo ha dato il colpo di grazia all'Italia, ma sta iniziando a ledere i già precari equilibri dell'Europa (e lo scriveva ieri il Financial Times).Quello che è veramente triste è non riuscire ad avanzare nessuna ipotesi sul futuro, non avendo la possibilità di comprendere come sia possibile che dinnanzi al palesarsi di ogni italica nefandezza, tutto resti fermo e uguale a sé stesso. Non c'è mai stata spiegazione se non quella di una lobotomizzazione di massa, rispetto al degrado che giorno dopo giorno si istituzionalizzava, con le candide dichiarazioni della “gente”, quella della strada, a volte persino invidiosa della possibilità del satiro di sollazzare più la sua mente malata che il suo pene, con quella carne fresca, puttana a sua insaputa.Pare che ora avremo un inverno ricco di novità politiche, visto che dopo l'arresto di Tarantini sarà possibile rimettere in giro le carte che a Bari troppo in fretta si sono fatte sparire. Cosa ci sarà scritto sopra? Che le puttane erano poco più che bambine? Che oltre che abusarne dopo ne mangiava dei pezzi con la speranza di farsi la pelle più giovane senza l'aiuto del botox? Quale mostruosità può costare 500.000 euro e il resto in comode rate mensili? Perché se davvero fosse solo il fatto di negare di essere un comunissimo utilizzatore finale di puttane, dovrebbe andare in esilio volontario non più perché criminale, ma solo perché un gran coglione.

Nessun commento: