04 mag 2011

"Fiori recisi" Claudio Pompi


Come sei fragile donna che sorridi
a chi ti porta dei fiori in omaggio
stupendi nelle loro bare trasparenti
colme d'acqua e in bell'evidenza.
Mostrano la loro agonizzante bellezza
recisi per un amore e poi gettati
quando compiuto sarà il loro destino.
Come sei breve nel tuo intendere amore
breve come la vita di un fiore reciso
sorridi compiaciuta e ammirata.
Sarai come il fiore reciso quando
il tempo dell'amore sarà finito.
Io non ti porterò dei fiori per amore
ti condurrò dove nascono tra loro ti amerò
sarai fiore di vita dove la vita regna.
Se ti amassi per la durata di un fiore reciso
l'indomani svuoteresti il cristallo
dell'acqua imputridita dal fiore marcito.
Noi saremo i fiori marciti in fretta
lasciamo che siano le stagioni
quelle del fiore e dell'amore
a decidere il destino e il rinnovo
Lasciati amare tra i fiori nel giusto tempo
lasciamo che tutto si compia
restando insieme, l'uno con l'altra accanto

Nessun commento: