04 apr 2011

Francesco De Gregori 4 APRILE 1951

La Donna Cannone
Butterò questo mio enorme cuore tra le stelle un giorno,
giuro che lo farò,
e oltre l'azzurro della tenda nell'azzurro io volerò.
Quando la donna cannone d'oro e d'argento diventerà,
senza passare per la stazione l'ultimo treno prenderà.
E in faccia ai maligni e ai superbi il mio nome scintillerà,
dalle porte della notte il giorno si bloccherà,
un applauso del pubblico pagante lo sottolinerà
e dalla bocca del cannone una canzone suonerà.
E con le mani amore, per le mani ti prenderò
e senza dire parole nel mio cuore ti porterò
e non avrò paura se non sarò come bella come vuoi tu
ma voleremo in cielo in carne ed ossa, non torneremo più.
E senza fame e senza sete
e senza ali e senza rete voleremo via.
Così la donna cannone, quell'enorme mistero volò,
tutta sola verso un cielo nero nero s'incamminò.
Tutti chiusero gli occhi nell'attimo esatto in cui sparì,
altri giurarono e spergiurarono che non erano mai stati lì.
E con le mani amore, per le mani ti prenderò
e senza dire parole nel mio cuore ti porterò
e non avrò paura se non sarò come bella come vuoi tu
ma voleremo in cielo in carne ed ossa, non torneremo più.
E senza fame e senza sete
e senza ali e senza rete voleremo via.

La donna Cannone è in assoluto la canzone di Francesco De Gregori che amo di più anche se di capolavori nella sua lunga carriera ce ne ha regalati  tanti,penso a "Generale,Sempre e per sempre,Rimmel,viva l'Italia ecc..Oggi è il suo compleanno sicuramente  conoscendo Francesco non festeggera' in modo clamoroso non e' nel suo stile,ma una cosa e' certa Francesco De Gregori è arrivato al traguardo dei 60 anni in piena attivita' professionale,a dimostrazione che il 'Principe',come e' da sempre soprannominato,non ha nessuna intenzione di deporre le armi della sua creativita' poetica.Il cantautore romano e' infatti attualmente in giro per l'Italia con il suo 'Work in progress', una tourne'e in coppia con lo storico e ritrovato partner Lucio Dalla,nel mio blog ho dedicato una sezione proprio ai due compagni amici,oggi colgo l'occasione per tracciare l'intera vita e carriera di Francesco...
Biografia
Francesco De Gregori nasce a Roma il 4 aprile 1951..Trascorre gran parte della sua adolescenza a Pescara per tornare poi a Roma alla fine degli anni sessanta.Frequenta il liceo classico "Virgilio", uno dei storici licei romani, dove vive in prima persona gli eventi e i fermenti politici del movimento studentesco del '68.Fu il grande artista statunitense Bob Dylan ad ispirare il genio artistico del giovane De Gregori che comincia diciottenne,con l'aiuto del fratello maggiore Luigi ad esibirsi con alcune traduzioni dei brani di Dylan al Folkstudio. A quel tempo (fine anni sessanta, primi anni settanta) al Folkstudio si esibivano altri giovani cantautori come Antonello Venditti (con cui dividerà l'esordio discografico), Riccardo Cocciantee molto altri.In quel tempo il giovane De Gregori gira l'Italia accompagnando con la chitarra la folk-singer fiorentina Caterina Bueno,alla quale dedicherà, nell'album "Titanic", la canzone Caterina.

 Nel 1972 realizza il suo primo album "Theorius Campus", diviso equamente con l'amico Venditti. L'anno successivo realizza il disco "Alice non lo sa" e tenta la strada delle kermesse musicali, partecipando senza fortuna a "Un disco per l'estate" con la canzone Alice.

Nel 1974 esce forse il suo album più intimo "Francesco De Gregori", in cui troviamo canzoni che parlano del De Gregori uomo. Nello stesso anno collabora con Fabrizio De Andrè a cui scrive cinque canzoni per l'album del cantautore genovese "Volume VIII" .Nel 1975 esce forse il suo album più bello, "Rimmel", album che contiene canzoni che rimarranno pietre miliari nella storia della musica italiana come Rimmel, Pablo (con l'arrangiamento di Lucio Dalla), Buonanotte fiorellino (ispirata da una ballata di Bob Dylan "Winterlude) e Pezzi di vetro.

L'anno dopo esce "Bufalo Bill", definito da lui stesso il suo disco più riuscito, in cui troviamo canzoni di eccezionale bellezza come Atlantide e Santa Lucia. Nel 1978 pubblica un nuovo album, "De Gregori", in cui sono contenute canzoni come Natale, Raggio di sole, Due zingari e la famosissima Generale.

Solo nel 1979 torna ad esibirsi in pubblico e lo fa con Lucio Dalla, in quella che sarà una delle più grandi tourneè nella storia della musica italiana: "Banana Republic" (insieme anche a l'allora giovanissimo Ron) da cui venne tratto un disco e un film.

Sempre nel 1979 registra in studio l'album "Viva l'Italia" in cui gioca a mescolare ritmi sudamericani insieme a grandi musicisti statunitensi.Il 1982 è l'anno del bellissimo Titanic, in cui oltre all'omonima canzone troviamo piccole perle come Caterina, I muscoli del capitano, La leva calcistica della classe '68 e la delicatissima San Lorenzo.


Nel 1983 Francesco De Gregori pubblica la sua canzone più famosa, "La donna cannone" in un mini-album di 5 canzoni. Frutto della produzione di Ivano Fossati è "Scacchi e tarocch. Francesco De Gregori continua ad esibirsi fino al 1987, quando con l'album "Terra di nessuno". Il disco successivo è "Miramare 19.4.89", al quale seguono i 3 album live "Catcher in the sky", "Musica leggera" e "Niente da capire" (usciti nel 90 contemporaneamente). Nel 1992 l'autore romano si ripresenta ancora più maturo musicalmente con l'album "Canzoni d'amore". Dopo i due dischi dal vivo "Il bandito e il campione" e "Bootleg" giungono quattro lunghi anni di silenzio, durante i quali De Gregori si improvvisa giornalista su l'Unità diretta da Walter Veltroni.

 Il ritorno sul mercato è del 1996, con l'album "Prendere e lasciare".Dal tour immediatamente successivo viene tratto un doppio CD impreziosito dall'inedita “La valigia dell'attore”, scritta per Alessandro Haber. La raccolta "Curve nella memoria" (1998), destinata principalmente al mercato francese, raccoglie i maggiori successi .Nel 2001 pubblica "Amore nel pomeriggio..In due brani ci sono collaborazioni eccellenti: in una canzone Franco Battiato, come arrangiatore e produttore, in un'altra Nicola Piovani, premio Oscar per le musiche di "La vita è bella" di Roberto Benigni.Nel 2002 esce "Fuoco amico", nuova antologia dei suoi successi riproposti in versione live.Francesco De Gregori torna nel 2003 con un nuovo album: una fruttuosa collaborazione con Giovanna Marini, voce storica del folk italiano; quattordici tracce sotto il titolo "Il fischio del vapore" che provengono dall'archivio personale del cantautore, ma anche dalla memoria storica della musica folk..Nel febbraio 2006  De Gregori pubblica un nuovo album, Calypsos,con nove brani inediti. Tra questi Cardiologia - brano in cui, a più di 30 anni di distanza da Pezzi di vetro, il cantautore torna a usare le parole "Ti amo" - e Per le strade di Roma, un ritratto impietoso della Roma del terzo millennio,archetipo dell'Italia dei nostri tempi, che molti vedono come ispirato a Streets of Philadelphia, pubblicato nel 1994 da Bruce Springsteen.Nel novembre del 2006 la Sony pubblica una tripla antologia che raccoglie i suoi brani più rappresentativi e che contiene, oltre alla celebre Diamante (pezzo scritto per Zucchero e incluso nel suo album Oro, incenso e birra), un demo del 1979 di Mannaggia alla musica, scritta originariamente per Ron e già presente in versione live nell'album Bootleg, e il b-side del singolo Viva l'Italia, la celebre Banana Republic, cantata in studio senza Lucio Dalla.

A fine 2007 esce un nuovo CD-DVD live dal titolo Left & Right - Documenti dal vivo che racconta per suoni e immagini il tour invernale portato in giro per gli stadi italiani. Tra la fine del 2007 e i primi mesi del 2008, De Gregori è in tour teatrale. Nel corso dello spettacolo sono proposte due nuove canzoni: Finestre rotte, un rock-blues molto vibrato, e Per brevità chiamato artista  titolo ripreso dalla definizione legale presente sul suo primo contratto firmato con la ITche sono contenute nel nuovo album, Per brevità chiamato artista,... Il 2010 si apre con la notizia, che viene data il 2 gennaio, di un concerto insieme di De Gregori con Lucio Dalla, a trent'anni da Banana Republic, al Vox club di Nonantola, con la denominazione work in progress...Il concerto, che in breve tempo diventa "tutto esaurito" in prevendita fa da preludio a una serie di concerti insieme che vengono annunciati proprio in occasione della data di Nonantola e che si svolgeranno nel mese di maggio a Milano e Roma; nel corso della serata i due presentano, oltre alle canzoni note, un inedito intitolato Non basta saper cantare e annunciano l'uscita, in occasione del tour, di un album realizzato insieme, intitolato Work in Progress.Il 22 marzo 2010 conduce insieme a Lucio Dalla la nuova trasmissione televisiva di Rai 2, intitolata Due Raddoppia l'emozione, durante la quale i cantanti si esibiscono singolarmente e in duetto in cover e brani del loro repertorio.

Nessun commento: