08 feb 2011

Osho "L’EDUCAZIONE"

L’uomo nasce in quanto seme, è una potenzialità, non è una realtà. Questo è un fatto unico e straordinario, poiché in tutta l’esistenza solo l’uomo nasce come potenzialità. Tutti gli altri animali nascono completi.Un cane nasce come cane, e tale resterà per tutta la vita. Il leone nasce come leone. L’uomo non nasce come uomo, ma solo come seme: potrebbe diventare uomo, ma anche non diventarlo. L’uomo ha un futuro; nessun altro animale lo ha. Tutti gli animali nascono istintivamente perfetti. L’uomo è il solo animale imperfetto. Da qui la possibilità di crescere e di evolvere.L’educazione è un ponte tra potenzialità e realtà. L’educazione serve ad aiutarti a diventare ciò che già sei, anche se solo in forma di seme. Ciò che accade nelle scuole e nelle università non è educazione.E’ solo una preparazione a un buon lavoro e un discreto stipendio. Non ti dà la tua vita. Forse può darti un tenore di vita più elevato, ma questo non equivale a una vita migliore; le due cose non sono sinonimi.La cosiddetta educazione che esiste nel mondo ti prepara esclusivamente a guadagnarti il pane. Ma Gesù ha detto: “Non si solo pane vive l’uomo”E questo è precisamente ciò che le tue università stanno facendoPer questo vedi in giro tanti robot. Sono perfetti come impiegati, capistazione ed esattori d’imposte. Sono bravi, ma se guardi in profondità dentro di loro non sono che mendicanti. Non hanno mai assaporato la vita. Non conoscono cosa siano l’amore e la luce. Non sanno nulla di Dio, non hanno mai assaporato l’esistenza, non sanno cantare, danzare e celebrare. Non conoscono la grammatica della vita: sono profondamente stupidi. Certo, guadagnano più degli altri, sono bravi e continuano a salire la scala del successo, ma in profondità rimangono poveri e vuoti.L’educazione ti deve dare ricchezza interiore.Non è altro che una preparazione a un mondo di tagliagole, dove tutti sono nemici di tutti.Per questo il mondo è diventato un manicomio. L’amore non può accadere.…La vita è intesa solo come una lotta.La mia visione dell’educazione è che la vita non andrebbe presa come lotta per la sopravvivenza, ma come una celebrazione. E l’educazione dovrebbe prepararti a essere te stesso.

Nessun commento: