2 feb 2011

Blessing Sunday Osuchukwu "Il tempo che cambia"

Ho visto delle coppie che festeggiavano
non per i matrimoni, bensì per i divorzi
Ho visto Nazioni cambiare costituzioni
non si fondano più sul lavoro, bensì sulla precarietà
Ho visto tanti giovani confusi e amareggiati
non li vogliono più come la speranza di domani
Ho visto molti genitori piangere
non per loro stessi, bensì per i figli
Ho visto la speranza molto arrabbiata
non vuole più morire per l'ultima, bensì per prima
E poi ho visto il tempo che cambia
non per la stagione, bensì per l'orrore...

3 commenti:

Giusy.. ha detto...

Ciao Emanuele...
Che bel post come sempre...si i tuoi post sono davvero molto intensi,unici.
Questo è molto delicato...c'è tanta amarezza.
Come ti capisco...è vero...purtroppo questa Vita è fatta di cattiveria,ingiustizie,d'inganno...
Sai qual'è la verita'?Che non c'è amore...oppure meglio dire poco amore....
Allora se non c'è amore mi dici questo mondo come fa ad andare in meglio?
Non c'è piu' religione...non c'è piu' rispetto...non c'è piu' chi ride su l'amore...ma si ride su le disgrazie altrui!Questi figli...i nostri figli che futuro avranno?
Siamo cadendo sempre di piu' nell'orrore Anam....
IL tempo cambia...ma in peggio.
Dolce notte Amico caro.
Un abbraccio.:)

ANAM ha detto...
Questo commento è stato eliminato dall'autore.
ANAM ha detto...

Grazie Giusy,mi fa piacere sapere che apprezzi le mie pubblicazioni,anche perchè ti stimo molto...anche questa volta mi trovo daccordo con il tuo commento,tutto quello che esce da questa società è un profondo egoismo incondizionato!!!Mancanza d'amore come dici tu ma sopratutto mancanza di un'educazione adeguata,e questo porta a una perdita di valori fondamentali della vita comune,perchè vivere senza valori vuol dire vivere senza valutare,cioè senza prendere posizione nei confronti della realtà,senza essere responsabili, non solo nei confronti degli altri,ma essere responsabili di se stessi.Io dico che l'uomo è riuscito,riesce,quando diventa titolare della sua finitezza,cioè si rende conto di quello che può fare,di quali sono le sue forze,di come deve rapportarsi con gli altri.Queste sono le strutture fondamentali dell'etica.Allora non avere valore, non avere prospettiva sulla realtà,vuol dire non avere neanche prospettiva su di sé.E quindi colui che pretende di vivere senza valore si autodissolve.Infatti in genere chi è, il soggetto che vive senza valore e lo vediamo nel nostro mondo tende a liberarsi dal tempo,perché il tempo è una figura della responsabilità. Bacione!!