05 dic 2010

La Garota di Ipanema

Chi ha la fortuna di andare in Brasile e soprattutto a Rio non può che essere catturato dalla musica e in particolare da una melodia "La garota di Ipanema" un pezzo famoso in tutto il globo,ma ancora più bella è  la storia di questo pezzo,(devo ringraziare un italo-brasiliano che nel 2000 a Rio mi ha descritto l'affasciante storia del pezzo).E la voglio raccontare perchè è una di quelle storie magari semplici,ma di quelle che fanno bene al cuore,e anche se l'abbiamo sentite migliaia di volte,è sempre bello raccontare un'altra volta,come davanti a un cammino acceso...

Vinìcius Moraes poeta che ho proposto con alcune poesie(vedi blog poesia sudamericana) e Antonio Carlos Jobìm musicista di rango,entrambi Brasiliani,erano innamorati delle bellezze di Rio de Janeiro,ovvero la natura e le ragazze(visto che ho visitato Rio,posso confermare ).Ne parlavano spesso nel locale che frequentavano, il "Veloso"di ipanema proprio nella via centrale di Rio..Ripetendo spesso anche quello che si diceva in città che Dio fece il mondo in cinque giorni e poi si tenne il sesto per fare Rio,prima di riposarsi il settimo..In questo locale dove prendevano appunti che poi diverranno canzoni e poesie,successi di una serie  infinita!!E ogni giorno di quel lontano 1962 vedono passare una ragazza meravigliosa.Molto giovane,si chiamava  Heloìsa però tutti la chiamavano Helò..Abita vicino al locale ,è alta scura di pelle,occhi azzurri...bellissima.Ma non è solo la bellezza a incantare Vinìcius E' l'insieme.Tre anni dopo il primo incontro,quando la canzone avrà fatto il giro del mondo,Vinìcius spiegherà  perchè si era innamorato di lei:lei fu l'esempio di bocciolo carioca;una ragazza con l'abbronzatura dorata,un misto di un fiore e di sirena,piena di spendor,sulla strada verso il mare,il sentimento della giovinezza che passa,delle bellezza che non è solo nostra-dono della vita nel suo incenssante meraviglioso e melanconico fluire e rifluire.
I due vogliono dedicare una canzone e così la scrivono separatamente,così la prima versione diventerà la"Menina que passa"(la ragazza che passa)e poi diventerà "La garota di ipanema(la ragazza di Ipanema)La prima esibizione dal vivo fu eseguita dai due insieme a un'altro grande Joao Gilberto,la versioni inglese da tutti i più grandi,a partire da Sinatra

Ma quella che ha avuto più successo è quella di Stan Getz e Astrud Gilberto,l'album da cui era tratta rimase in classifica per novantasei settimana,il singolo vendette milioni di copie...Astrud Gilberto nell'immaginario collettivo sostituì Helò  come ragazza di Ipanema,anche se la canzone non era stata scritta per lei,ma per una ragazzina bellissima che solo più tardi seppe di essere stata l'oggetto del desiderio di due leggende della musica brasiliana!!!

Guarda che cosa bella
Piena di grazia
E’ lei la ragazza
Che sta passando
Dondolandosi dolcemente
Verso il mare…
Bambina dal corpo dorato
Dal sole di Ipanema
Il suo dondolio
é piú di una poesia
E’ la cosa piú bella
che ho mai visto passare
Ah, perché sto così solo…
Ah, perché tutto è cosí triste…
Ah, La bellezza che esiste
La bellezza che non é solo mia
Anche lei passa da sola…
Ah! Se lei sapesse
che quando passa
Il mondo intero sorride
Si riempie di grazia
E diventa piú bello
Per colpa dell’amore

Nessun commento: