10 ott 2010

La rivoluzione interiore (Tiziano Terzani)

La malattia di cui oggi soffre gran parte dell'umanità è inafferrabile, non definibile. Tutti si sentono più o meno tristi,sfruttati, depressi, ma non hanno un obbiettivo contro cui riversare la propria rabbia o a cui rivolgere la propria speranza.Un tempo il potere da cui uno si sentiva oppresso aveva sedi, simboli, e la rivolta si dirigeva contro quelli.Ma oggi? Dov'è il centro del potere che immiserisce le nostre vite.Bisogna forse accettare una volta per tutte che quel centro è dentro di noi e che solo una grande rivoluzione interiore può cambiare le cose, visto che tutte le rivoluzioni fatte fuori non han cambiato granché

5 commenti:

Daniela ha detto...

Grazie, Emanuele.

little-prince ha detto...

Una congiura di poeti ...quanto mi piace !
un uomo , Terzani , che rimpiango solo di avere scoperto tardi :-(

un abbraccio ^____^

ANAM ha detto...

Grazie a te Daniela!!!!
Ciao Pallina,io purtroppo non l'ho scoperto tardi...però ho il rimpianto di non averlo conosciuto ...visto che Orsigna non è molto lontana da qui...un abbraccio
Buona domenica

little-prince ha detto...

ti regalo una mia poesia ... posso?
CAMPI DI GIRASOLE


Campi di girasole
i tuoi occhi
che mirano lontano
oltre l’orizzonte dei miei.

Giù nel profondo
la tua luce mi raggiunge
e come fuoco si propaga
nell’aria che respiro.

(16/06/1997)

ANAM ha detto...

Pallina....puoi??? certo...però c'è un problema...visto che mi piace(sublime)adesso sarai costretta a pubblicarne altre...<3 <3
complimenti!!!