21 giu 2010

Albert Einsten


Un essere umano è parte del tutto chiamato universo.Egli sperimenta i suoi pensieri e i suoi sentimenti come qualche cosa di separato dal resto: una specie di illusione ottica della coscienza.Questa illusione è una specie di prigione.Il nostro compito deve essere quello di liberare noi stessi da questa prigione attraverso l’allargamento del nostro circolo di conoscenza e di comprensione, sino a includervi tutte le creature viventi e l’intera natura,nella sua bellezza."

1 commento:

ANAM il senza nome ha detto...

Albert Einsteinche ci invita a superare ogni schema mentale precostituito per non chiuderci in noi stessi e aprire il nostro intelletto verso un nuovo concetto di realtà in cui ogni individuo o elemento dell'universo è legato a tutto il resto.Il mondo è in un modo o nell’altro,perché,a prescindere dalle contingenze del caso,siamo noi a dire a noi stessi che questa è la sua forma,quindi,siamo noi in prima persona ad essere chiamati in causa,affinchè ci si possa vivere in una maniera meno egoistica e in armonia con il tutto.Dedicato a tutti quanti noi,affinchè possiamo essere capaci di riscoprire quell'atteggiamento di considerazione verso qualsiasi creatura vivente e di sviluppare,attraverso la nostra sensibilità, un grande rispetto verso tutto ciò che è presente in natura per far sì che il nostro futuro e dell'umanità intera risulti essere illuminato dalle luci della speranza..